La mia “Visse d’Arte” per il Centenario di Giacomo Puccini a Bari

Un’esperienza personale e professionale che porterò nel cuore per sempre, la mia “Visse d’Arte” è un tributo a Puccini e alla città di Bari.

Sono stato più che onorato di far parte di un’esperienza molto importante, una due giorni che ha mescolato arte, storia e amore per la mia amata città di Bari. “Visse d’Arte” è stata una mostra delle celebri Giornate FAI di Primavera, un evento di risonanza internazionale dedicato alla tutela del nostro patrimonio culturale.

Essere un artista che ama profondamente Bari ha reso questa esperienza ancora più significativa per me. Ho avuto il privilegio di presentare in anteprima internazionale una serie di opere pittoriche dedicate al grande Giacomo Puccini, proprio nell’anno del centenario della sua morte. Le opere che compongono “Visse d’Arte” sono il frutto di anni di passione e dedizione per l’arte figurativa e per la musica, e poterle condividere con il pubblico è stato per me un vero piacere.

La loro scelta di includere la mia mostra in questo evento di prestigio è stata per me una conferma umana e professionale ma anche la cementificazione della mia connessione con questa città straordinaria.

“Visse d’Arte” è il mio tributo alla grande produzione di Puccini e alla città di Bari per le Giornate FAI di primavera 2024

Ma “Visse d’Arte” è stata molto più di una semplice mostra di tele. È stata un’occasione unica di celebrazione e collaborazione tra artisti, musicisti, direttori d’orchestra e istituzioni. Il comitato nazionale d’intesa con il Consiglio dei Ministri ha scelto la mia mostra come unica rappresentazione pittorica italiana in un anno ricco di celebrazioni di altissimo livello dedicate a Puccini. Questo riconoscimento mi ha riempito di orgoglio e gratitudine, ma soprattutto mi ha fatto sentire parte di qualcosa di più grande.

L’ambientazione di questa straordinaria esperienza a Bari è stata il nuovo Palazzo Starita, un gioiello storico del ‘700 che, grazie agli sforzi congiunti della Regione e della Fondazione Puglia, presto sarà restituito alla fruizione della cittadinanza. Ammirare la città dalle vetrate meravigliose di questo palazzo restaurato è stata una vera e propria gioia per i sensi, e ha aggiunto ulteriore fascino all’evento.

In definitiva, “Visse d’Arte” è stata un incrocio di competenze artistiche, professionali e politiche nel senso più bello e libero del termine, un esempio tangibile di quanto possiamo realizzare quando uniamo le nostre forze per un obiettivo comune. È stata una forte convergenza di volontariato e passione, e credo che eventi come questo siano essenziali per il futuro culturale e sociale del nostro Paese.

Spero che avremo altre occasioni per continuare a celebrare la bellezza e l’arte, e a lavorare insieme per preservarle e valorizzarle per le generazioni future.

Coordinamento generale di Iacovelli and Partners

Ph. Andrea Veneziano

Articoli correlati

Categorie